您好,欢迎光临世界标品! 登录 注册(订药物标准品请用邮件联系我们)

中国医药研发对照标品提供商
Non-clinical Research-used
Medicine Sample Provider

当前本网站药物产品种数共 8420 处方药 8047 非处方药 267 保健品/医疗用具 106

世界标品医药目录搜索(中英文):
世界各国官方药品目录搜索(英文):
世界标品医药知识搜索(中英文):

联系方式
国内客服电话:
国际免费电话:


QQ客服1:1793093587
QQ客服2:1586083059
QQ客服3:2786706041
QQ客服6:2992753224
QQ客服7:2394834588

咨询邮箱:
scimed.shanghai@shijiebiaopin.com
info@shijiebiaopin.com
pharmacy.shijiebiaopin1@gmail.com
pharmacy.shijiebiaopin2@gmail.com

  药店国别: 意大利药房
产地国家: 意大利
所属类别: 作用于呼吸系统药物->治疗呼吸困难药物
处方药:处方药
包装规格: 10f 1毫升 20毫克/毫升
计价单位:
  点击放大  
生产厂家英文名:
CHIESI FARMACEUTICI SpA
该药品相关信息网址1:
https://gestionale.tuttomed.it/farmaci/scheda/40889026-peyona-ev-os-10f-1ml-20mgml-caffeina-citrato.html
原产地英文商品名:
Peyona*ev os 10f 1ml 20mg/ml
原产地英文药品名:
CAFFEINA CITRATO
中文参考商品译名:
Peyona*ev os 10f 1毫升 20毫克/毫升
中文参考药品译名:
柠檬酸咖啡因
原产地国家批准上市年份:
0000/00/00
英文适应病症1:
Treatment of primary apnea in premature infants
临床试验期:
完成
中文适应病症参考翻译1:
早产儿原发性呼吸暂停的治疗
药品信息:

---------------------------------------------------------------
 详细处方信息以本药内容附件PDF文件()的“原文Priscribing Information”为准
---------------------------------------------------------------
 部分中文Peyona*ev os处方资料(仅供参考)


【英文名称】
Peyona*ev os

【适用证】

早产儿原发性呼吸暂停的治疗。
 

【用法用量】

柠檬酸咖啡因治疗应在新生儿重症监护医生的监督下开始。治疗应仅在新生儿重症监护病房进行,并配备适当的设备进行患者监测和监测。

病理学对于先前未治疗的新生儿,推荐的剂量方案是每公斤体重20mg咖啡因柠檬酸盐的攻击剂量,使用注射器输注泵通过静脉输注在30分钟内缓慢施用。或另一种剂量的输送输液装置。间隔24小时后,通过在10分钟内缓慢静脉输注,每24小时施用5mg / kg体重的维持剂量。或者,可以通过鼻胃管给予每24小时口服5mg / kg体重的维持剂量。柠檬酸咖啡因的推荐剂量的攻击和维持剂量显示在下表中,该表还规定了待施用的产品体积与以咖啡因柠檬酸盐的量表示的给定剂量之间的关系。表示为碱性咖啡因的剂量是表示为柠檬酸咖啡因的剂量的一半(20mg柠檬酸咖啡因对应于10mg咖啡因碱)。

剂量调整和监测在治疗期间,如果反应不完全或有毒性迹象,可能需要定期监测咖啡因的血药浓度。它也可能需要调整用药剂量根据咖啡因的血浆浓度在风险情景例行检查后,医生建议这种情况下: - 极早产儿(<28周和/或体重<1000 G)特别当它们被接收肠外营养 - 肝和肾损伤婴儿(见章节4.4和5.2) - 婴儿癫痫发作病症 - 与已知的和临床上重要的心脏疾病的婴儿 - 医药产品治疗的婴儿与代谢的已知干扰咖啡因(见4.5节) - 婴儿的母亲采取母乳喂养期间咖啡因建议以确定基线水平咖啡因: - 婴儿的母亲在递送之前可能已经消耗掉大量的咖啡因(见4.4节) - 先前用茶碱治疗的婴儿,通过代谢转化在咖啡因。咖啡因具有半衰期在早产儿延长,存在用于物质,其可能需要长时间治疗婴儿的监测的积累电势(见5.2节)。将血样用于控制应立即采取在治疗中的故障的情况下的下一剂量之前,和从2至4小时的情况下给药前在有tossicità.Sebbene的怀疑尚未在文献中被确定之后治疗性血药浓度范围,已经根据一些研究与临床益处相关联了咖啡因水平范围8和30之间毫克/升,并且通常没有被提出了关于具有低于50毫克/升血浆水平的安全性观察。

治疗持续时间尚未确定最佳治疗时间。在最近一项关于早产新生儿的大型多中心研究中,指出了37天的平均治疗期。在临床实践中,治疗通常持续到37周,当早产儿呼吸暂停通常会自行消退时的胎龄。但是,这种限制可能会在每种情况下进行修订,医生的意见,根据对治疗的反应或虽经治疗,或其他临床考虑喘息的旅游节目。当患者未发生重要的呼吸暂停发作5-7天时,建议停止服用柠檬酸咖啡因。在反复呼吸暂停的情况下,柠檬酸咖啡因施用可与维持剂量或用剂量等于所述负荷剂量的一半被重新启动,这取决于停止咖啡因柠檬酸呼吸暂停的复发之间经过的时间。由于该患者群体中咖啡因的缓慢消除,因此在停止治疗时不需要逐渐减少剂量。至于有咖啡因柠檬酸停止治疗后呼吸暂停复发的危险,病人监护必须持续一个星期左右。

肝肾功能受损肾功能和肝功能损害患者的经验有限。在授权之后进行的安全性研究,在少数从肾/肝衰竭患极早产儿的不良反应的频率似乎比无器官衰竭的早产儿(见章节4.4和4.8)更高。在肾衰竭的存在下,该物质积聚的可能性更大。在这种情况下,需要降低维持剂量的柠檬酸咖啡因,并且该剂量应基于咖啡因的血浆水平来确定。在非常早产的婴儿中,咖啡因清除不依赖于肝功能。肝咖啡因的代谢在周后出生,为较大婴儿,肝脏疾病可能指示需要监测咖啡因的血浆水平,并可能需要调整剂量(见第4.4和逐步发展5.2)。

给药方法柠檬酸咖啡因可以通过静脉内输注或通过口服途径给药。 药物不应通过肌肉注射,皮下注射,鞘内注射或腹膜内注射给药。 当静脉内施用时,柠檬酸咖啡因应通过受控静脉内输注施用,仅通过注射器输注泵或其他剂量递送输注装置施用。 柠檬酸咖啡因可以不经稀释使用或在无菌溶液中稀释用于输注,如葡萄糖50 mg / ml(5%),氯化钠9 mg / ml(0.9%)或葡萄糖酸钙100 mg / ml(10 从小瓶中收集后立即(见6.6节)。
 

【禁忌症/次要影响】

对活性物质或6.1节中列出的任何赋形剂过敏。
 

【储存条件】

该药品不需要任何特殊的储存条件。 有关稀释的药品的储存条件,请参阅第6.3节。
 

【警告】

呼吸暂停早产儿的呼吸暂停是通过排除进行的诊断。应当排除或适当地与柠檬酸咖啡因开始治疗前治疗呼吸暂停(例如,中枢神经系统,原发性肺疾病,贫血,败血病,代谢紊乱,心血管异常,或阻塞性呼吸暂停)的其他原因。未能对咖啡因治疗有反应(待如果通过血浆水平的测定必要确认)可能是呼吸暂停的另一个原因的指示。

咖啡因消耗对于新生儿到谁采取大量递送之前咖啡因的母亲应测量咖啡因基线血浆浓度开始用柠檬酸咖啡因处理前,由于咖啡因容易穿过胎盘的屏障并进入胎儿循环(见第4.2和5.2段)。谁母乳喂养与柠檬酸咖啡因处理不应摄取食物和饮料或含咖啡因的医药产品的婴儿的母亲(参见第4.6节),如咖啡因会进入母乳(参见第5.2节)。

茶碱在先前用茶碱治疗的患者中,应该在开始咖啡因柠檬酸盐治疗之前测量基线血浆咖啡因浓度,因为早产儿将茶碱代谢为咖啡因。

惊厥咖啡因是中枢神经系统的兴奋剂,并且在过量服用的情况下报告了惊厥发作。 在癫痫症新生儿中使用柠檬酸咖啡因时应格外小心。

发表的心血管反应研究表明,咖啡因会增加心律,左心室输出和心室输出

每搏量。因此,对于诊断为心脏疾病的婴儿,应谨慎使用柠檬酸咖啡因。有证据表明,咖啡因会导致易感个体发生快速性心律失常。在婴儿中,它通常是一种简单的窦性心动过速。如果出生前不规则的心律导致心脏造影(CTG)模式,应谨慎使用柠檬酸咖啡因。

肾脏和肝脏损害对于患有肾脏或肝脏损害的早产儿,应谨慎使用柠檬酸咖啡因。在授权后进行的安全性研究,在少数患肾/肝功能衰竭的痛苦极早产儿的不良反应的频率似乎比无器官衰竭的早产儿较高(见第4.2,4.8和5.2 )。应通过监测咖啡因的血浆浓度来调节剂量,以避免对该患者群体产生毒性作用。

坏死性小肠结肠炎坏死性肠炎是早产儿发病率和死亡率的常见原因。有报道称甲基黄嘌呤的使用与坏死性小肠结肠炎的发展之间可能存在联系。然而,这是不成立的使用咖啡因或其它甲基黄嘌呤使用和坏死性小肠结肠炎之间的因果关系。对于所有的早产儿,那些有柠檬酸咖啡因治疗应仔细监测坏死性小肠结肠炎的发展(参见4.8节)。咖啡因柠檬酸应与在患胃食管反流婴儿谨慎使用,因为治疗可能会加剧这个condizione.La枸橼酸咖啡因引起代谢的一般化增加,这可以导致治疗期间更高的能量和营养需求。由咖啡因柠檬酸盐引起的利尿和电解质损失可能使得必须纠正任何液体和电解质的干扰。
 

【Indicazioni】

Trattamento dell’apnea primaria nei neonati prematuri.
 

【Controindicazioni / Effetti Secondarii】

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
 

【Posologia】

Il trattamento con caffeina citrato deve essere iniziato sotto il controllo da parte di un medico esperto in cure intensive neonatali. Il trattamento deve essere somministrato soltanto presso un’unità di cure intensive neonatali dotata di attrezzature idonee per la sorveglianza ed il monitoraggio dei pazienti.

Posologia Il regime di dosaggio raccomandato per i neonati non trattati precedentemente è una dose di attacco di 20 mg di caffeina citrato per kg di peso corporeo da somministrare lentamente attraverso un’infusione endovenosa in un arco di 30 minuti, utilizzando una pompa per infusione a siringa o un altro dispositivo per infusione ad erogazione dosata. Dopo un intervallo di 24 ore, si possono somministrare dosi di mantenimento di 5 mg per kg di peso corporeo ogni 24 ore mediante una lenta infusione endovenosa della durata di 10 minuti. In alternativa, si possono somministrare dosi di mantenimento di 5 mg per kg di peso corporeo per via orale ogni 24 ore, attraverso un sondino nasogastrico. La dose di attacco raccomandata e le dosi di mantenimento per la caffeina citrato sono riportate nella tabella seguente che precisa anche il rapporto tra il volume di prodotto da somministrare e le dosi somministrate espresse in quantità di caffeina citrato. La dose espressa come caffeina base è pari alla metà di una dose espressa come caffeina citrato (20 mg di caffeina citrato corrispondono a 10 mg di caffeina base).

Aggiustamenti della dose e monitoraggio Può essere necessario controllare periodicamente le concentrazioni plasmatiche della caffeina durante il trattamento nei casi di una risposta incompleta o di segni di tossicità. Inoltre può essere necessario regolare il dosaggio secondo il parere del medico dopo un controllo di routine delle concentrazioni plasmatiche della caffeina in situazioni di rischio quali casi di: – neonati molto prematuri (< 28 settimane di gestazione e/o peso corporeo <1000 g) specialmente quando sono nutriti per via parenterale – neonati con insufficienza epatica e renale (vedere paragrafi 4.4 e 5.2) – neonati con disturbi convulsivi – neonati con malattie cardiache note e clinicamente importanti – neonati trattati contemporaneamente con medicinali di cui sia nota l’interferenza con il metabolismo della caffeina (vedere paragrafo 4.5) – neonati le cui madri assumono caffeina durante l’allattamento al seno è consigliabile determinare i livelli basali della caffeina in: – neonati le cui madri possano aver assunto elevate quantità di caffeina prima del parto (vedere paragrafo 4.4) – neonati trattati precedentemente con teofillina, che per metabolismo si trasforma in caffeina. La caffeina presenta un’emivita prolungata nei neonati prematuri ed esiste la possibilità di un accumulo della sostanza, che può rendere necessario il controllo dei neonati trattati per periodi lunghi (vedere paragrafo 5.2). I campioni di sangue per i controlli devono essere prelevati immediatamente prima della somministrazione successiva in caso di fallimento della terapia, e da 2 a 4 ore dopo la somministrazione precedente nei casi in cui vi sia sospetto di tossicità.Sebbene non sia stato determinato in letteratura un range di concentrazioni plasmatiche terapeutiche, i livelli di caffeina che sono stati associati ad un beneficio clinico secondo alcuni studi oscillavano tra 8 e 30 mg/l e normalmente non sono state sollevate osservazioni circa la sicurezza con livelli plasmatici inferiori a 50 mg/l.

Durata del trattamento La durata ottimale del trattamento non è stata stabilita. In un recente ampio studio multicentrico su neonati pretermine è stato indicato un periodo medio di trattamento di 37 giorni. Nella pratica clinica, il trattamento prosegue solitamente fino ad un’età gestazionale del neonato di 37 settimane, epoca in cui di solito l’apnea di prematurità si risolve spontaneamente. Tuttavia, tale limite può essere rivisto nei singoli casi a giudizio del medico, a seconda della risposta al trattamento o della permanenza di episodi di dispnea nonostante il trattamento, oppure per altre valutazioni cliniche. Si raccomanda di interrompere la somministrazione della caffeina citrato quando il paziente non ha presentato per 5–7 giorni un attacco di apnea importante. In caso di apnea ricorrente, la somministrazione della caffeina citrato può essere ripresa con un dosaggio di mantenimento oppure con un dosaggio pari alla metà della dose di attacco, a seconda del tempo trascorso tra la sospensione della caffeina citrato e la ricorrenza dell’apnea. A causa della lenta eliminazione della caffeina in questa popolazione di pazienti, non c’è alcuna necessità di ridurre gradualmente la dose al momento della cessazione del trattamento. Poiché esiste la possibilità di ricorrenza delle apnee dopo la cessazione del trattamento con caffeina citrato, il controllo del paziente deve proseguire per circa una settimana.

Insufficienza epatica e renale L’esperienza nei pazienti con insufficienza renale ed epatica è limitata. In uno studio sulla sicurezza condotto dopo l’autorizzazione, la frequenza delle reazioni avverse in un piccolo numero di neonati molto prematuri affetti da insufficienza renale/epatica sembrava essere superiore rispetto ai neonati prematuri senza insufficienza d’organo (vedere paragrafi 4.4 e 4.8). In presenza di insufficienza renale, vi è una maggiore possibilità di accumulo della sostanza. In tale caso è necessaria una dose di mantenimento ridotta della caffeina citrato e tale dosaggio deve essere stabilito in base ai livelli plasmatici della caffeina. In neonati molto prematuri, la clearance della caffeina non dipende dalla funzione epatica. Il metabolismo epatico della caffeina si sviluppa progressivamente, nel corso delle settimane successive alla nascita, e per i neonati di età maggiore una disfunzione epatica può indicare la necessità di controllare i livelli plasmatici della caffeina e può richiedere qualche aggiustamento del dosaggio (vedere paragrafi 4.4 e 5.2).

Modo di somministrazione La caffeina citrato può essere somministrata sia mediante infusione endovenosa, sia per via orale. Il medicinale non deve essere somministrato per iniezione intramuscolare, sottocutanea, intratecale o intraperitoneale. Quando somministrata per via endovenosa, la caffeina citrato deve essere somministrata mediante un’infusione endovenosa controllata, soltanto attraverso una pompa per infusione a siringa o altro dispositivo per infusione ad erogazione dosata. La caffeina citrato può essere usata sia non diluita, sia diluita in soluzioni sterili per infusione quali glucosio 50 mg/ml (5%), cloruro di sodio 9 mg/ml (0,9%) o calcio gluconato 100 mg/ml (10%) immediatamente dopo il prelievo dalla fiala (vedere paragrafo 6.6).
 

【Conservazione】

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Per le condizioni di conservazione del medicinale diluito, vedere paragrafo 6.3.

---------------------------------------------------------------
 详细处方信息以本药内容附件PDF文件()的“原文Priscribing Information”为准
---------------------------------------------------------------

调控比例: 100%
订购表单下载
Copyrights © 2010,2011,2012 www.ShiJieBiaoPin.com, Inc., All rights Reserved www.ShiJieBiaoPin.com, Inc.
客服工作时间:太平洋时间18:00-24:00
国内客服电话:     国际免费电话:
友情提示:以上电话为免费电话,无需您承担任何费用,世界标品提供中文客服,请您放心拨打!
电子邮箱:info.shijiebiaopin.com@gmail.com, info@shijiebiaopin.com